Aggiornamento ISO 45001: Descrizione e scadenze previste

L’ ISO/DIS 45001, la prima proposta di standard internazionale ISO 45001, la nuova norma sulla Salute e Sicurezza sul lavoro, è stata pubblicata il 12 Febbraio ed è disponibile per l’acquisto sul sito ISO.

Lo standard segue la ”struttura di alto livello” (high-level structure) introdotta da Annex SL, così come le norme recentemente aggiornate ISO 9001:2015 (sulla qualità) e ISO 14001:2015 (sull’ambiente). La ISO 45001 è stata implementata per tener conto di altri standard riconosciuti a livello internazionale come la OHSAS 18001, le Linee Guida adottate dall’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO-OSH), diversi standard nazionali e le norme e convenzioni internazionali dell’OIL sul lavoro.

La ISO/DIS 45001 è attualmente oggetto di un processo di consultazione di tre mesi da parte di organismi nazionali dell’ISO, che si concluderà il 12 Maggio 2016; il passaggio alla bozza finale (ISO/FDIS 45001) e la sua eventuale pubblicazione dipendono dal risultato del processo. I commenti relativi alla consultazione del DIS saranno esaminati dal gruppo responsabile dello sviluppo del nuovo standard, in occasione del PC283 meeting, in Canada, che si terrà dal 6 al 10 giugno 2016.

La ISO 45001 è molto diversa dalla OHSAS 18001 sia per la struttura che per i contenuti e si attendono i risultati della consultazione per sapere in che misura il nuovo contenuto è stato accettato.

Se il risultato è positivo, il documento modificato verrà distribuito ai membri ISO come bozza finale dello standard (FDIS). Qualora la prima proposta (DIS) sia respinta al termine della consultazione, la pubblicazione dello standard potrebbe slittare fino al 2017. Al momento le informazioni disponibili suggeriscono che la pubblicazione dello standard sia prevista per Ottobre 2016. 

ISO 45001 step

ISO 45001 vs OHSAS 18001

La nuova ISO 45001, come la OHSAS 18001:2007, si basa sul modello PDCA (Plan-Do-Check-Act). A differenza dell’ OHSAS 18001, la ISO 45001 adotterà comunque la stessa struttura comune sia nella ISO 9001:2015 che nella ISO 14001:2015, e ciò semplificherà l’integrazione dei Sistemi di gestione Salute e Sicurezza sul lavoro nel sistema complessivo di gestione ISO.

Come negli standard di recente pubblicazione, la ISO 45001 farà riferimento agli stessi testi principali e alle stesse condizioni che permetteranno una più efficiente implementazione dei sistemi di gestione integrati. Sulla base delle recenti revisioni apportate alla ISO 9001 e alla ISO 14001, risulta che alcune sezioni della ISO 45001 avranno maggiore enfasi rispetto a quelle contenute attualmente nella OHSAS 18001. 

Nella ISO/DIS 45001, maggiore enfasi è posta sul contesto dell’organizzazione. 

Le aziende devono identificare tutti gli aspetti interni ed esterni che hanno un impatto significativo sul raggiungimento dei loro obiettivi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro.

Ciò implica che le organizzazioni devono prestare particolare attenzione ai loro dipendenti e tener conto delle condizioni lavorative di tutta la filiera produttiva. Poiché i rischi sulla sicurezza non possono essere esternalizzati, si dovrà tener conto delle condizioni degli appaltatori che lavorano per l'organizzazione in loco, così come delle condizioni dei fornitori esterni all'interno delle organizzazioni.

Leadership e commitment

Così come nelle ISO 9001:2015 e ISO 14001:2015, vi è un ruolo maggiore per l’alta direzione. Salute e sicurezza sul lavoro diventano aspetti centrali del sistema di gestione, e ciò richiede un forte commitment da parte dell’alta direzione.  

Ciò che differisce dalla 9001 & 14001 è la maggiore enfasi sulla partecipazione dei lavoratori nello sviluppo della policy su salute e sicurezza sul lavoro e nello sviluppo del conseguente sistema di gestione (su salute e sicurezza sul lavoro).

L’alta direzione deve dimostrare leadership e commitment nella gestione della salute e sicurezza sul lavoro integrando maggiormente la protezione della salute e sicurezza nello spazio di lavoro e non esclusivamente delegandola.

Oltre a questi settori, l’organizzazione deve identificare e descrivere con chiarezza, in un processo separato, le opportunità di miglioramento per la salute e sicurezza sul lavoro. 

Tali opportunità possono emergere da:

  • cambiamenti organizzativi
  • eliminazione dei rischi per la salute sul lavoro e la sicurezza nei luoghi di lavoro
  • adattamento delle condizioni lavorative alle esigenze dei dipendenti

ISO 45001 Positioning statement

L’International Accreditation Forum (IAF) ha pubblicato un progetto sui requisiti circa la migrazione dalla OHSAS 18001 alla ISO 45001. Anche se OHSAS Project Group ne deve ancora dare conferma, le informazioni attualmente disponibili suggeriscono che una volta che la ISO 45001 verrà pubblicata, la OHSAS 18001 sarà ritirata al termine del “periodo di migrazione” triennale stabilito.

Sulla base di ciò, la data di scadenza di eventuali certificati OHSAS 18001:2007 rilasciati durante il periodo di migrazione devono corrispondere alla fine del periodo di migrazione di tre anni.

Una delle considerazioni più importanti da fare per le aziende già in possesso della certificazione OHSAS 18001 accreditata, è che gli enti di certificazione garantiscono la continuità della certificazione e la migrazione senza soluzione di continuità alla ISO 45001 entro il periodo di migrazione stabilito. I processi di LRQA per la migrazione sono dunque in fase di sviluppo per facilitarla attraverso la pianificazione dettagliata della migrazione con i nostri clienti.

Come punto di partenza, alle aziende che usano l’OHSAS 18001:2007 è richiesto di procedere con le seguenti azioni:

  1. Ottenere una copia della ISO 45001 (o una copia della precedente DIS se si preferisce la pianificazione e l’adozione anticipata)
  2. Identificare i gap nel SGSSL che necessitano di essere indirizzati per incontrare ogni nuova necessità
  3. Sviluppare un piano di implementazione
  4. Assicurare che i bisogni di nuove competenze hanno incontrato e creano consapevolezza per tutte le parti che hanno un impatto sull’efficienza del SGSSL 
  5. Aggiornare il SGSSL esistente per incontrare i nuovi requisiti e fornire la verifica di efficacia
  6. Collaborare con i loro organismi di certificazione per le modalità di migrazione comprese eventuali esigenze di formazione e gap analysis.

LRQA comunicherà con i propri clienti esistenti e non appena si saranno formalizzati condividerà le linee guida sul processo e le modalità di migrazione. 

L’IAF sta incoraggiando l’adozione anticipata della ISO 45001 per gli attuali utenti della OHSAS 18001:2007 in modo tale da rispondere pienamente ai benefici attesi. Nonostante a LRQA sia permesso svolgere la formazione del cliente ed eseguire gap analysis sia nella stato DIS che FDIS, non ci è tuttavia ancora consentito rilasciare certificazioni accreditate per la ISO 45001 fino a quando non saremo accreditati da un Organismo Nazionale di Accreditamento.

Sarà probabile che i processi migratori adottino un approccio simile a quello di transizione rispetto alle nuove versioni di ISO 9001 e ISO 14001, per esempio in combinazione con un sistema di sorveglianza di routine, con un rinnovo certificato o con una verifica speciale. Ulteriori dettagli circa le disposizioni specifiche sulla migrazione saranno comunicati ai clienti alla prima occasione. I requisiti della migrazione del progetto IAF hanno già accertato che a causa della portata e della natura delle modifiche introdotte dalla norma ISO 45001, sarà richiesto un tempo supplementare di valutazione e che la migrazione non potrà essere recepita in visite programmate esistenti.

Per ulteriori informazioni sulla nostra gamma di servizi di valutazione e di formazione ISO 45001:2015, e-mail certificazione@lr.org  o visitare www.lrqa.it.